Nuovi Gratis Bonus search icon Cerca Menù

Poker regole

Si inizia il gioco con la distribuzione delle carte: in alcune varianti di danno solo le carte private, in altre vengono distribuite anche le carte comuni. In quest’ultimo caso, secondo le regole del poker, si devono effettuare le puntate obbligatorie: il piccolo buio, il grande buio e a volte l’ante i cui valori sono indicati sul tavolo.
Dopo la fase di pre-flop si passa al flop con tre carte posizionate al centro del tavolo e una scartata dal mazzo. La puntata minima è sempre quella del grande buio. Dopo la fase di flop, si scarta un’altra carta e si posiziona la quarta al centro (turn), il livello successivo è il river che prevede le ultime puntate.
Le regole poker italiano e le poker Texas Hold’em regole sono diverse, meglio seguire i tutorial presenti sui siti dei casinò online prima di giocare.

Leggi tutto

Poker regole

Le mani del poker

Di seguito ti proponiamo un breve riassunto delle mani del poker:

Scala Reale (Royal Flush): La Scala Reale è la sequenza delle cinque carte dello stesso colore a partire dal 10 compreso, sono quindi 10, J, Q, K e A.

Scala Colore (Straight Flush): La Scala Colore è simile alla Scala Reale, l’unica differenza è che la sequenza di 5 carte dello stesso colore non si conclude con l’Asso.

Poker (Four of a Kind): Per fare poker bisogna avere 4 carte dello stesso valore.

Full (Full house): Il Full è un tris accompagnato da una coppia.

Colore (Flush): Si ha Colore quando tutte e 5 le carte sono dello stesso seme.

Scala (Straight): La Scala è la versione semplificata della Scala Colore in quanto le carte devono essere in sequenza crescente di valore, ma possono avere semi diversi.

Tris (Three of a kind): Il tris è composto da tre carte dello stesso valore.

Doppia Coppia (Two Pair): La doppia coppia è formata da due coppie di carte dello stesso valore.

Coppia (A Pair): La coppia è data dalla presenza di 2 carte del medesimo valore.

Carta più Alta (High Card): Se nessuno dei giocatori ha in mano una delle combinazioni precedenti, si comparano i valori delle singole carte partendo dalla più alta. In caso di pari merito si procede fino alla quinta.

Diverse varianti del poker

Il poker è un gioco dalla lunga storia e proprio per questo motivo ha acquisito nel corso degli anni sempre più varietà e tipologie di gioco diverse.
Come vedremo le varianti di poker si differenziano tra di loro principalmente per la modalità di gioco, ecco le principali:

Texas Hold ’Em

Il Texas Hold’em è la variante più famosa e diffusa soprattutto per le sue regole poker semplici che prevedono di avere due carte in mano cercando di creare combinazioni vincenti con le cinque presenti sul tavolo. Si possono imparare le regole poker Texas abbastanza velocemente.

Omaha Hi/Lo

Il poker Omaha Hi/Lo prevede la divisione del piatto: metà va a chi ha la mano alta migliore, l’altra metà alla migliore mano bassa.

Five Card Stud

Il Five Card Stud è un gioco simile al Seven Card Stud, ma possono giocarvi fino a 10 giocatori; è un limit game con gli stessi punti del Texas Hold’em.

Five Card Draw

Il Five Card Draw è la versione tradizionale del poker, preferita dai puristi. Prevede l’obiettivo di ottenere la combinazione migliore tra le 5 carte che il giocatore ha in mano e può cambiare.

Glossario del Poker

A.
Action (Puntata): La Puntata si riferisce al momento in cui bisogna giocare o effettuare una scommessa.
Action card: Si riferisce a una carta comune che crea molta attività perché è un vantaggio per diversi giocatori.
Advertising: Quando un dei partecipanti utilizza coscientemente un certo stile di gioco per confondere e sviare gli avversari.
All in: Quando un giocatore punta tutto.
Ante: La puntata obbligatoria che si effettua prima che inizi il giro.

B.
Bank: Il giocatore che si occupa di distribuire le chip.
Bankroll: L’intero importo che un giocatore può utilizzare per giocare.
Big blind: La maggiore delle due puntate forzare per esempio nel Texas Hold’Em.
Bleed: Se un giocatore perde molte chip per una giocata sbagliata.
Bluff: Se il giocatore fa una forte puntata avendo una cattiva mano per confondere l’avversario e trarne vantaggio.

C.
Call (Vedere): Pareggiare o rilanciare una puntata.
Cap: Il limite delle volte in cui una scommessa può essere effettuata in un giro.
Chase: Rimanere in gioco anche con una cattiva mano perché si è versato un importo consistente nel piatto.
Check (Cip): Lasciare la possibilità di effettuare un’altra puntata.
Continuation bet: Fare una puntata dopo il giocatore che aveva aperto il piatto.

D.
Dead hand: Una mano che è stata scartata a causa di un errore.
Dealer: La persona che distribuisce le carte. A seconda del contesto, la persona può lavorare per il casinò o essere un giocatore passivo.
Deuce: Una carta con il valore di due.
Donkey (asino): Un giocatore che è palesemente più debole degli altri. Questo tipo di giocatore è chiamato anche fish (pesce).
Drop: Stesso significato di ’fold’.

F.
Flash: Un flash significa che un carta per sbaglio è stata mostrata a uno o più giocatori e, quindi, deve essere mostrata a tutti i giocatori prima di essere scartata.
Float: Chiamare una puntata con l’intenzione di bluffare in un turno successivo.
Fold: Passare la mano perdendo la puntata e la possibilità di competere per il piatto.
Fouled hand: Una mano scartata a causa di un’infrazione.
Full ring: Una partita di poker con 6 o più giocatori, spesso tra 9 e 11 giocatori.

H.
Heads up: Una partita giocata 1 contro 1.
H.O.R.S.E.: Un torneo che contiene 5 diverse varianti di poker con regole diverse.

P.
Pat: Una mano che è già completa e non ha bisogno di carte dal tavolo.
Poker face: Un’espressione facciale e un body language che non fa intuire nulla riguardo alla situazione in cui si trova un giocatore.
Pot: La somma delle puntate dei giocatori.
Push: Fare un All-in.

R.
Raccoon: Un giocatore scarso/inesperto.
Rake: Una quota pagata al casinò dai giocatori per poter partecipare a un torneo.
Rakeback: Un importo ripagato a un giocatore che ha versato la quota di partecipazione a un torneo. Viene spesso pagato da terzi che hanno interessi finanziari nel giocatore.
River: L’espressione fa riferimento all’ultima carta distribuita dal dealer in un giro. Successivamente c’è un ultimo giro di puntate e, se necessario, uno showdown.
Rock: Un giocatore con un approccio al gioco molto rigoroso. Gioca solo le mani migliori.
Royal cards (Figure): Royal cards è un sinonimo di figure.

S.
Satellite tournament (Torneo satellite): Torneo dove il primo premio è un biglietto per partecipare ad altri tornei importanti.
Scoop: Uno scoop, nelle partite di poker Hi/Lo, si riferisce alla vittoria dell’intero piatto.
Shoe: Si riferisce a un set di carte da gioco che nei casinò tradizionali sono conservate in un contenitore di plastica.
Shorthanded: Una partita con 6 giocatori o meno.
Showdown: Se più giocatori all’ultimo giro di puntate sono ancora in gioco, scoprono le loro carte e vince la mano migliore.
Sit and go: Tavoli/partite dove si è liberi di sedersi e andarsene in un determinato periodo di tempo.
Straddle bet: Una straddle è una puntata facoltativa piazzata dopo un buio in una partita.

T.
Tell: Un chiaro indizio sulla reale posizione di un giocatore.
Tilt: Un giocatore che gioca in modo scriteriato o poco attento.
Toke: Mance date al dealer dal vincitore del piatto.

U.
Under the gun: Secondo le regole, il giocatore alla sinistra del big blind, anche se è il primo.
Up the ante: Effettuare le puntate obbligatorie.

W.
Window card: Una carta scoperta nello Stud Poker.
Walk: Quando tutti i partecipanti decidono di foldare per un big blind.

pixel
Utilizziamo i cookie (compresi i cookie di terze parti) per proteggere le funzioni del sito, le statistiche e le attività di marketing su siti Web di terze parti. Utilizzando il sito si accetta che i propri dati personali siano raccolti ed elaborati per la delineazione del profilo utente e l'invio di pubblicità mirate. Continuando a utilizzare il sito, l'utente accetta le nostre politiche sui cookie e sulla privacy.